Cuori di frolla al cioccolato e pere

Uno dei film che non mi stanco mai di rivedere è la versione del 2005 di Orgoglio e Pregiudizio, quella con Keira Knightley per intenderci. Ne amo ogni dettaglio: la colonna sonora per la quale Dario Marianelli si è ispirato a Beethoven, l’attenzione che il regista Joe Wright ha saputo posare sui particolari così comeContinua a leggere “Cuori di frolla al cioccolato e pere”

“Riding Social”: questa sono io

In principio fu Blogspot: sì, “Caffè & Biciclette” è nato lì, solo dopo un po’ si è spostato qui su WordPress. Una cosa, del suo destino, mi è stata chiara fin dall’inizio: questo non sarebbe stato un blog dove parlare solo di ciclismo, ma una sorta di contenitore per buona parte di quegli argomenti eContinua a leggere ““Riding Social”: questa sono io”

Libri da leggere | Top 5 del 2020 (e un “Rieccomi”)

Per come sono andate le cose negli ultimi mesi del 2020 credevo che non sarei mai riuscita a ricominciare a scrivere qui sopra (e, lo ammetto, questo mi pungeva un pochino lo stomaco). Da settembre, questo posticino è andato un po’ in letargo. In effetti, credo gli fosse estremamente necessario (oltre che a me stessa).Continua a leggere “Libri da leggere | Top 5 del 2020 (e un “Rieccomi”)”

Bollicine | Giro d’Italia 2020 – St. 14 Conegliano-Valdobbiadene

Se chiudo gli occhi e penso all’odore dell’uva matura, mi viene subito in mente quello dell’uva americana che cresce solitamente in un angolo del giardino, scura e dal sapore pungente che non mi piace granché. Eppure, il suo, è uno di quei profumi che mi parla di autunno e che in questo anno strambo èContinua a leggere “Bollicine | Giro d’Italia 2020 – St. 14 Conegliano-Valdobbiadene”

Hot milk sponge cake

In queste settimane – ma diciamo pure mesi – che corrono senza sosta, trovare un briciolo di tempo per scrivere qualcosa anche qui è diventato ancora più difficile. Forse perché questo spazio è ancora un po’ in stand-by rispetto al suo destino, ma il punto è che lui c’è e mi reclama – e chiContinua a leggere “Hot milk sponge cake”

Tartare di tonno e pomodoro con crema all’avocado

Sì, questi sono giorni particolarmente caldi – anche se mentre scrivo fuori tira vento e forse arriva uno di quei temporali promessi dalle previsioni. Sono anche giorni zeppi – ok, questo da un bel po’, ormai – in cui riuscire a distrarmi o riposarmi mi sembra praticamente un miracolo. Insomma, in questo 2020 tutto sottosopra,Continua a leggere “Tartare di tonno e pomodoro con crema all’avocado”

La corsa che non c’è | Grande Trittico Lombardo 2020

Sono al telefono con Chiappucci, per lavoro. Io che sono sempre puntuale, quando non in anticipo, ho sforato di un quarto d’ora l’appuntamento con la chiamata e mi sembra di essere già in un ritardo colossale. “Stavo guardando il Trittico, con un occhio, mentre con l’altro scrivevo”, gli dico per prima cosa, per giustificarmi. MiContinua a leggere “La corsa che non c’è | Grande Trittico Lombardo 2020”

Coscienza planetaria ed ecologia integrale | Tra la filosofia e l’enciclica Laudato si’

Cosa significa “coscienza planetaria”? È uno dei concetti con cui l’antropologo Marc Augé caratterizza la sua idea di società, insieme a quello di globalizzazione. E quello che ho scelto come “ultima parola” della mia tesi di laurea. Eccoci qui con il secondo approfondimento, dunque – anche se forse è più un secondo cappello introduttivo. NelContinua a leggere “Coscienza planetaria ed ecologia integrale | Tra la filosofia e l’enciclica Laudato si’”

Crocchette di patate e piselli al timo

Ci sono ricette che nascono per caso a partire da errori più o meno grossolani, come nel caso della famosissima ganache al cioccolato, e altre che saltano fuori dagli avanzi rimasti dalla preparazione di altre pietanze. Come in questa occasione. Qualche giorno fa sono tornata al supermercato, dopo tre mesi di spesa online e consegneContinua a leggere “Crocchette di patate e piselli al timo”

A cosa serve la filosofia oggi? | Come una tesi sul ciclismo si è trasformata in una tesi sull’essere umano

Il mio percorso universitario è stato lungo e travagliato, ma non per la facoltà che ho scelto – sebbene mi sia successo, ovviamente, di incappare in qualche materia più odiosa delle altre. Rispondere alla domanda “cosa studi?” mi ha sempre fatto scappare un sorriso anticipato al pensiero della reazione del mio interlocutore nell’udire la parolaContinua a leggere “A cosa serve la filosofia oggi? | Come una tesi sul ciclismo si è trasformata in una tesi sull’essere umano”